POSIZIONE 38° 09' 51'' N 12° 46' 73'
Il relitto della nave giace su un fondo sabbioso tra i 45 e i 50 metri di profondità, in un piccolo tratto di mare chiuso tra punta spadillo e punta forbice, denominato il "firriato"


STORIA
Un cargo da carico Stazza lorda 783t; battente bandiera cipriota; salpata da Siracusa il 30/06/1978 diretta a brindisi da cui è ripartita il 5/7/1978 diretta in Nigeria, il comandante era greco, Liakas Hristos, Mentre l'equipaggio era composto da 10 persone di cui 2 Greci, un Ghanese, 5 Pakistani, 2 dello Zambia; il proprietario del Kent, il Greco Tsourunakis Thomas. Il giorno 7/7/1978, alle ore 16 scoppia l'incendio nella sala macchine: non riuscendo a spegnerlo, l'equipaggio si mette in salvo con una scialuppa, in loro soccorso arrivano 2 motovedette della Capitaneria di porto e un motopesca. L' 8/7/1978 intervenuti 2 rimorchiatori per spegnere l'incendio non riescono nell' impresa, alle ore 11:40 il Kent affonda nelle acque antistanti la tonnara di San Vito Lo Capo (TP).
Con la nave affonda anche il suo carico consistente in 20 tonnellate di sacchi di politilene, 1400Kg di sigarette, 15t di zampironi ed infine molti libri sacri del corano che dal ritrovamento di questi ultimi venne soprannominata "NAVE DEI CORANI"

L'IMMERSIONE
La visita del relitto comporta un immersione impegnativa ma, comunque, vale la pena affrontare la fatica in quanto, il relitto è di notevole interessePer poter visitare il relitto in maniera efficace è opportuno programmare più di un'immersione così da evitare di nuotare ininterrottamente senza poter fissare l'attenzione su nienteGli interni, pur non essendo più agevolissimi, con le dovute attenzioni diventano accessibili.
Attraverso una porticina, che si trova alla base del cassero di poppa della nave, si raggiunge in camminatoio tramite il quale è possibile raggiungere diverse aperture che permettono l'accesso ai locali di servizio della nave.Le stive contengono quel che rimane del carico e, fissate alla paratia dei locali equipaggio nel castello di prua, fanno bella mostra l'elica e l'ancora.
 

Punti di Interesse


Corani


Zampironi



Ancora


Elica


Albero




Sacchi Di Polietilene

 

 

Centro Sub Atlantis - Castellammare Del Golfo TP
c/da Cerri, 4
0039 339 407 407 3
info@centrosubatlantis.com
Website designed by  Benedetto Asta